Chemical Brothers – Further (2010)

Pubblicato: 8 giugno 2010 in Novità

Alzi la mano chi non conosce i Chemical Brothers. Solamente chi negli ultimi 15 anni abbia vissuto in mezzo alla foresta potrebbe non conoscerli (forse).

Dopo gli ultimi due album, non proprio esaltanti, provano a rilanciarsi (in termini qualitativi, non di popolarità) con “Further”.

“Further”è un album di solamente 8 tracce, ma comunque molto lungo, con tracce mai sotto i cinque minuti e mezzo.
Ero abbastanza preoccupato di questo album, vedendo la grande evoluzione del genere negli ultimi 3-4 anni, da cui ultimamente erano rimasti spiazzati.

L’album si apre infatti con i peggiori auspici, con una canzone, “Snow”, che ha pochi eguali in inascoltabilità e che pare un modem vecchia maniera a volume altissimo.

Per fortuna però questo album va sempre in crescendo, anche se ci voleva davvero poco, dopo aver ascoltato la prima canzone.

La seconda canzone “Escape Velocity”, è una cavalcata techno di 11 minuti, a tratti ripetitiva ma sempre a ritmo incalzante.

“Another World” invece è una canzone elettro con molti richiami ai Kraftwerk, con la voce che entra in maniera delicata verso metà della canzone, che alla fine risulta buona.

Con “Dissolve” e più avanti in “K+D+B” e in “Wonders of the dee” si entra invece nelle tipiche sonorità dei Chemical Brothers, con tastiere incisive e ipnotiche che si intrecciano con quel sound di batteria che li caratterizza da sempre, quindi garanzia di ottimi pezzi.

“Horse Power” invece è probabilmente il miglior pezzo del disco, una specie di “Hey Boy Hey Girl” 2.0 , in cui il nitrito del cavallo, cioè un idea che poteva essere una “cagata pazzesca”(cit.), diventa più imponente e incisiva di qualsiasi voce, e la canzone risulta veramente una dimostrazione di potenza e di bravura finalmente degna dei Chemical Brothers.

“Swoon”, il singolo, è anch’esso molto bello, con la melodia di tastiera che si ripete per tutta la canzone e che poi a metà scoppia in una bellissima cavalcata in cui si uniscono suoni e strumenti.

Riassumendo il tutto questa volta i Chemical Brothers non sbagliano, usando le loro armi migliori come il sound ipnotico e la cavalcata techno e non improbabili collaborazioni o cambiamenti di rotta (e peccato per la prima canzone, veramente inascoltabile).

Voto: 14.5/20

In una parola: Varenne

Link per il download : Chemichal Brothers – Further

commenti
  1. leo scrive:

    guarda, non so che prima canzone tu abbia ascoltato, album incredibile! dalla prima traccia fino all’ultima…

  2. matty85 scrive:

    “gli ultimi due album non propio esaltanti”????? Ma non dire cagate per favore. Piuttosto sai quando esce nei negozi l’album niuvoi?

    • vanrouge85 scrive:

      …prima di scrivermi con questa grande educazione (sicuramente avrai studiato a Oxford o Yale), metti a confronto Do It Again con Hey Boy Hey Girl…non ci vuole mica chissà quale critico musicale per dire che non c’è paragone, e per non parlare del resto dell’album. Personalmente salverei Galvanize da Push the Bottom (gran singolo), ma non si può salvare un album per partito preso.
      Comunque “Further” uscirà la prossima settimana.
      C’è il link per il download in fondo alla recensione…

  3. Master Q scrive:

    Snow è più un intro lunga che altro, non puoi misurarla con lo stesso metro delle altre tracce.

  4. Anonimo scrive:

    che brutto sto’ album i chemical ce li siamo persi da un pezzo..sconsigliato!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...