Una Canzone, una band – New Order

Pubblicato: 21 marzo 2011 in Una canzone una band
Tag:, , , ,

I New Order sono una band inglese nata nel 1980 dalle ceneri dei Joy Division, dopo la morte del cantante Ian Curtis. Da subito si distaccano dalla band in cui militavano in precedenza, scegliendo un mix di musica elettronica, new wave e synth pop.

Dopo l’esordio con ” Movement ” (1981), nel 1983 arriva subito il successo mondiale di critica e pubblico con “ Power, Corruption and Lies “, ma soprattutto con il singolo ” Blue Monday “. Blue Monday diventa il 12 pollici più venduto di sempre, nonchè il disco da cui verranno prese tutte le basi e le ritmiche per la musica elettronica/dance fino ai giorni nostri.

“Low Life” conferma il successo precedente mentre con “Brotherood” del  1986 arriva l’esplosione dei New Order anche in U.S.A. , trainato dai singoli ” Bizarre Love Triangle ” e “True Faith”. I successivi “Tecnique” e ” Republic” confermano la band in cima alle classifiche, anche se la qualità non è quella degli album precedenti.

Dopo un silenzio di ben 8 anni, in cui sembravano essere stati dimenticati, tornano a sorpresa con ” Get Ready ” , che si rivela invece un clamoroso successo specialmente in madrepatria. L’ altrettanto sorprendente, in termini però di qualità, ” Waiting For The Sirens Call ” del 2005 chiude la storia dei New Order.

Di seguito un video tratto da una registrazione per la TV francese di Bizarre Love Triangle, e il testo della canzone.

Every time I think of you
I feel shot right through with a bolt of blue
It’s no problem of mine
But it’s a problem I find
Living a life that I can’t leave behind
But there’s no sense in telling me
The wisdom of the fool won’t set you free
But that’s the way that it goes
And it’s what nobody knows
well every day my confusion grows

Every time I see you falling
I get down on my knees and pray
I’m waiting for that final moment
You say the words that I can’t say

I feel fine and I feel good
I’m feeling like I never should
Whenever I get this way
I just don’t know what to say
Why can’t we be ourselves like we were yesterday
I’m not sure what this could mean
I don’t think you’re what you seem
I do admit to myself
That if I hurt someone else
Then I’ll never see just what we’re meant to be

Every time I see you falling
I get down on my knees and pray
I’m waiting for that final moment
You say the words that I can’t say

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...