…un allenamento in bici

A pochi giorni della fine del Tour De France, pubblico la playlist che ho pensato per i ciclisti, e che ho regalato a Manuel Quinziato, ciclista italiano della BMC, squadra fresca vincitrice del Tour con Cadel Evans. Una playlist ad alto contenuto rock e indie, anche per la tendenza generale dei ciclisti ad ascoltare questo tipo di musica, consigliata a professionisti, amatori ma anche a sportivi in generale.

Queste canzoni spesso e volentieri non ci azzeccano niente con sport o ciclismo, ma mi sono concentrato più sul fattore musicale e ritmico.

 

Suede – Animal Nitrate

La canzone che lanciò questo gruppo, con un giro di chitarra indimenticabile e la voce ipnotica di Brett Anderson in massima forma.

Julian Casablancas – 11th Dimension

Dall’album solista del cantante dei The Strokes, un pezzo bellissimo con echi anni ’80.

Bruce Springsteen – Glory Days

Non poteva mancare il Boss in una playlist energica, con la canzone che ha fatto da colonna sonora più o meno alla metà dei servizi sportivi trasmessi negli ultimi 20 anni.

Twisted Sister – We’re Not Gonna Take It

La canzone più rappresentativa della truccatissima e sottovalutata band hard-rock anni ’80. Solo adrenalina.

U2 – Where The Streets Have No Name

La leggendaria cavalcata che consacro gli U2 al mondo, con la riff epica di The Edge. Particolarmente adatta per le montagne, dove le strade non hanno un nome.

The Stone Roses – I Am The Resurrection

Non poteva mancare la canzone con molti dei più strepitosi cambi di ritmo nella storia. E la consacrazione di Squire come uno dei massimi”guitar heroes”.

White Lies – To Lose My Life

La canzone che ha fatto conoscere questo gruppo e uno dei più bei pezzi degli ultimi anni.

The Libertines – Don’t Look Back In To The Sun

Un altra delle canzoni più belle degli anni recenti, dove Doherty-Barat danno la prova di tutto il loro talento.

Probot – Shake Your Blood

Un cast di eccezione per questo progetto, con Dave Grohl alla batteria e Lemmy dei Motorhead alla voce. Quando uno che è stato sempre ritenuto il gregario con la G maiuscola dimostra di non avere niente da invidiare al capitano, anzi.

 

 

commenti
  1. […] ad una partita o ad un incontro…scandire una serata estiva…un allenamento in bici…un viaggioEnglish VersionArctic Monkeys – Brick By BrickDuran Duran […]

  2. Luca scrive:

    Ne ho usufruito anch’io in qualità di modesto “frustagume” (consuma ruote, ndr.), consumato, a mia volta, inseguitore di tappe dei grandi Giri.
    Un saluto ad Andrea!
    Luca C. (java teacher)

    • Andrea Rossato scrive:

      Grazie mille del commento! In ogni caso pero che ti sia piaciuta e che ti sia servita per “consumare ruote” un po’ più agevolmente! :-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...